Siamo già o ci stanno trasformando in “non cittadini?”

In questo periodo il Governo di turno (in precedenza altro Governo ha chiesto lo stesso) ci chiede di fare sacrifici e di avere un po di pazienza, non è questo il momento di avanzare proposte.
Io voglio per un attimo dare fiducia e  prendere per buone le richieste che ci fa il nostro Governo (indipendentemente dal colore politico si badi bene), e adoperarmi per stare in silenzio aspettando che la bufera (crisi economica) passi.
Ma mentre me ne sto buono buonino mi chiedo: Ma chi ci chiede sacrifici, “li starà facendo?”
Beh con mio grande rammarico

ho scoperto (ma va!!!) che non li fanno proprio, ma al contrario mentre loro ci chiedono sacrifici i loro privilegi aumentano.

Uno su tutti la pensione ( che dovrebbe indignare e far incazzare veramente la stragrande moltitudine di cittadini) che percepiranno e che gli altri ex parlamentari percepiscono dopo solo 5 anni di mandato. Questa pensione che loro chiamano vitalizio  si aggira attorno ai 3.500 € mensili fino alla loro dipartita da questo mondo. Mi spiego un cittadino di 21 anni che viene eletto in Parlamento, dopo solo una legislatura di 5 anni, non essendo rieletto percepirà una pensione da subito di circa 3.500 € al mese.
Questo è solo un esempio tralascio auto blu, viaggi gratis, telefonia varia, rimborsi spese, ecc ecc ecc. chi più ne ha più ne metta.
Il Sindacato e i partiti Politici dove sono in questo periodo? Perché non organizzano uno sciopero generale a tempo indeterminato costringendo quelli che lavorano per il nostro bene e per il nostro futuro “appunto i parlamentari”  ad  abrogarsi per sempre  tutti questi privilegi?
Quanti milioni di euro si risparmierebbero e potrebbero essere “loro si”  spesi per  aiutare le famiglie in crisi?
Noi cittadini Italiani ci stiamo ( o ci stanno trasformando) in “non cittadini”, questo dovrebbe farci riflettere e domandarci anche, perché oltre la nostra indignazione e rassegnazione non facciamo niente.
Precedente La Newsletter sul sito del Comune di Luco Successivo Contro la centrale a biomasse

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.