Sacrifici a noi, bella vita a loro

 
In questo periodo il Nuovo Governo  e  tutti i rappresentanti Istituzionali, Senatori, Deputati, Consiglieri Regionali ecc ecc, ci chiedono di fare sacrifici e di avere un pò di pazienza, "non è questo il momento di avanzare pretese".
Io voglio per un attimo dare fiducia e  prendere per buone le richieste che ci fa il nostro Governo (indipendentemente dal colore politico si badi bene), e adoperarmi per stare in silenzio aspettando che la bufera (crisi economica) passi.
Ma mentre me ne sto buono buonino mi chiedo: Ma chi ci chiede sacrifici, “li starà facendo?”
Beh con mio grande rammarico ho scoperto (ma va!!!) che non li fanno proprio, ma al contrario mentre loro ci chiedono sacrifici i loro privilegi aumentano. Dicono che hanno abrogato i vitalizi a partire dalla prossima legislatura. Lasciano però intatti i vitalizi (pensioni)  fino a quella data giustificandosi che si tratta di DIRITTI ACQUISITI.

Ci prendono per il culo bene bene. Perché spostare in avanti l'età lavorativa di una persona dopo avergli fatto credere che sarebbe andato in pensione a 65 anni "non è toccare un diritto ACQUISITO?"

Uno esempio su tutti: La pensione ( che dovrebbe indignare e far incazzare veramente la stragrande moltitudine di cittadini) che percepiranno ( e che altri ex parlamentari percepiscono anche dopo un solo giorno di lavoro parlamentare), che loro chiamano vitalizio  si aggira attorno ai 3.500 € lordi mensili per una sola legislatura portata a termine (capite perché non si vota o credete che sia per il nostro bene, lo spread, i titoli di stato, il debito pubblico ecc ecc) ,
e rivalutata  in base al numero di mandati Parlamentari la cifra aumenta considerevolmente, fino alla loro dipartita da questo mondo, per poi passare alla moglie o al marito.
Mi spiego un cittadino che viene eletto in Parlamento, dopo solo una legislatura di 4 anni e 6 mesi , non essendo rieletto percepirà una pensione di circa 3.500 € lordi al mese  al compimento di 50 anni di età. Tenendo presente che tra i parlamentari la media di età è oltre i 60 anni si capisce che il vitalizio lo prendono da subito subito.
Questo è solo un esempio, tralascio auto blu, viaggi gratis, telefonia varia, rimborsi spese, ecc ecc ecc. chi più ne ha più ne metta.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/pensioni-doro-tutti-i-nomi/2157568

Il Sindacato e i partiti Politici dove sono in questo periodo? Perché non organizzano una mobilitazione di massa anziché dire di essere sempre responsabili, costringendo quelli che"lavorano per il nostro bene e per il nostro futuro “appunto i parlamentari”  ad  abrogarsi per sempre  tutti questi  VERGOGNOSI privilegi?

Quanti milioni di euro si risparmierebbero e potrebbero essere “loro si”  spesi per  aiutare le famiglie in crisi?
Noi cittadini Italiani ci siamo già  o ci stanno trasformando in “non cittadini”. Dovremmo riflettere e domandarci anche, perché oltre la nostra indignazione e rassegnazione non facciamo niente.
Precedente Una delle musiche più belle da ascoltare Successivo Colpa del Sindaco? Siamo sicuri?

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.