Crea sito
RSS

Contratto con i candidati IdV

26 marzo 2011

Politica Nazionale

Visto che non c’è il vincolo di mandato degli eletti le propongo questo progetto:
Un Contratto con i candidati nelle liste di Italia dei Valori . Il Contratto dovrà essere pubblico, i cittadini dovranno essere a conoscenza dell’esistenza di un contratto del candidato con Italia dei Valori.
Certamente nel contratto dovranno essere messe in chiara evidenza tutte le garanzie per il candidato  in modo tale da poter esercitare il suo mandato nel modo più libero e lontano da ricatti del  suo vertice sia esso Nazionale, Regionale, Comunale e in tutte le Istituzioni dove Italia dei Valori sarà presente. Il candidato avrà l’obbligo (visto che ha scelto di candidarsi con IdV) di rappresentare, diffondere e realizzare il programma che IdV ha elaborato, scritto, e consegnato ai cittadini prima delle elezioni.
Potranno esserci momenti in cui il Partito lascerà libertà di voto se non si dovesse arrivare ad una maggioranza qualificata nel gruppo in questione ( Senato, Camera, Regione, Comune ecc..).
Nello stesso tempo dovranno essere chiare le garanzie che il Partito dovrà ricevere dal candidato. Un esempio : Un eletto nelle liste di IdV viene indagato non perché ha dato un cazzotto al suo rivale in amore, ma per associazione a delinquere di qualunque grado.  Questo eletto non rientrerebbe più nel comportamento etico che IdV pretende dai suoi rappresentanti (sappiamo che i Parlamentari non si dimetterebbero mai).
Ebbene il Partito sentiti tutti gli organismi di garanzia metterebbe mano al Contratto Pubblico e dimetterebbe l’eletto in questione. Sarebbe un segnale di trasparenza, tutela e di democrazia nei confronti degli elettori di IdV.
Non potrà più accadere che persone usino il Partito IdV per i loro affari.  IdV in questo breve periodo di vita ha subito e purtroppo ospitato diversi personaggi come De Gregorio, Misiti, Scilipoti,Razzi, e nella mia regione Milano ed Evangelisti e chissà quanti consiglieri Provinciali e Comunali .
Non può più essere accettabile che queste persone sfruttino  il lavoro di tante persone per bene per i loro scopi personali e rappresentare altre posizioni politiche.
Il giorno che i Milano e gli  Scilipoti di turno non dovessero più riconoscersi nel progetto Italia dei Valori liberissimi di farlo, ma a quel punto si mette mano al contratto, si dimette per lasciare spazio ad un altro rappresentate del partito.
In questo modo ritengo, anzi sono sicuro si andrebbe anche a superare la
“questione morale “ all’interno del Partito.

Spero di aver espresso la mia idea per superare il mercimonio di vacche in un modo non troppo disordinato.

Presidente Di Pietro continuiamo  a mettere tutta la nostra forza che abbiamo nel costruire una Italia migliore.

Distinti saluti

claudio del bove orlandi
Consigliere Comunale IdV a Luco dei Marsi AQ

511 letture

No comments yet.

Leave a Reply

*